Biography and works


Formatosi all'interno della scuola salernitana, inizia la sua carriera di autore di comics nel 1995 sulle pagine del settimanale "Intrepido" . All'attività di disegnatore di fumetti alterna quella di illustratore realizzando locandine, copertine e illustrazioni nel campo dell'editoria e della produzione teatrale.
Nel corso della sua carriera collabora con editori quali "Lo Scarabeo" di Torino per cui realizza le illustrazioni di alcuni mazzi di tarocchi e con la "IPM" e la "B&M editizioni" per i quali realizza storie erotiche per il mercato francese.
A partire dal 2002 lavora con "Sergio Bonelli editore", prima nell'ambito dello staff di "Jonathan Steele" di Federico Memola e poi per la miniserie "Brad Barron", creata da Tito Faraci, di cui disegna tre albi (2003). A partire dal 2005 collabora alla serie "Dampyr" di Mauro Boselli e Maurizio Colombo.
Nel 2008 collabora con l'ediore francese "Soleil" e illustra due volumi della serie "Le temps des loups" su sceneggiatura di Christophe Bec. 
Nel 2013 collabora con "La Gazzetta dello Sport" per la quale illustra alcune uscite della serie “I miti del calcio”.
Nel 2014, sempre per il mercato francese, inizia una collaborazione con l'editore "Glénat" e su sceneggiatura di Mayko disegna i due volumi de "Le Kabbaliste de Prague", tratto dall'omonimo romanzo di Marek Halter. Nello stesso anno disegna un albo per la nuova serie bonelliana "Morgan Lost" di "Claudio Chiaverotti".
Nel 2016 inizia la sua collaborazione con la RAI, collaborando come disegnatore per trasmissioni come "Politics" e "La vita in diretta" e nel 2017 torna al lavoro su "Dylan Dog".

Biography and works